Bando Wonder: Sperimentazioni nel design per l’innovazione sociale

Wonder è promosso dalla Fondazione Compagnia di San Paolo per sviluppare progetti di design che generino soluzioni e servizi innovativi capaci di rispondere a bisogni sociali del territorio, cogliendo la sfida della transizione verde.

Nell’ambito della Missione Creare attrattività dell’Obiettivo Cultura e della Missione Accelerare l’innovazione dell’Obiettivo Pianeta, la Fondazione Compagnia di San Paolo lancia il bando Wonder: Sperimentazioni nel design per l’innovazione sociale. L’iniziativa, realizzata in collaborazione con il Circolo del Design e Torino Social Impact, è rivolta a designer ed enti del terzo settore. Agli uni e agli altri si propone di sviluppare progetti di design che generino soluzioni e servizi innovativi a impatto sociale e che nel contempo rispondano alla sfida della transizione verde.

Il bando si propone, in particolare, di:

  • contribuire al posizionamento di Torino come luogo di produzione e creatività contemporanea nell’ambito del design e come modello di ecosistema dell’innovazione per il bene comune;
  • promuovere un alto livello di “vivibilità”, intesa come sintesi dei tre principi chiave del New European Bauhaus: beautiful, sustainable, together;
  • favorire con un percorso di capacity building e matching l’ibridazione di competenze, la comunicazione e la collaborazione tra creativi, imprese culturali ed enti del terzo settore che intendono generare innovazione sociale;
  • rafforzare le connessioni del mondo del design con i diversi ambiti della comunità: welfare, salute, rigenerazione urbana, educazione, sostenibilità ambientale, ecc.;
  • stimolare una riflessione e una visione proattiva sulla sfida della transizione verde tra gli attori dell’ecosistema dell’innovazione per il bene comune.

Il Bando si svilupperà in due fasi.

Nella Fase 1 si richiede la presentazione di una manifestazione di interesse, rispettivamente e indipendentemente avanzata da parte di enti non commerciali operanti sul territorio torinese e di designer (liberi professionisti, studi associati, imprese, cooperative, associazioni) provenienti da tutta Italia.

La Fase 2 prevede la presentazione dei progetti sviluppati dall’ente non commerciale in collaborazione con il designer, come esiti di un percorso di capacity building e di matching coordinato dal Circolo del Design e da Torino Social Impact e del successivo processo di progettazione.

Agli enti selezionati nella Fase 2, la Fondazione Compagnia di San Paolo accorderà un contributo per un importo massimo di € 50.000, corrispondente a non oltre l’80% del budget complessivo del progetto.

Il termine di presentazione delle domande per la fase 1 è previsto alle ore 12 del 28 luglio 2021.

Il termine di presentazione delle domande per la fase 2 è previsto alle ore 12 del 21 dicembre 2021.

Sei un ente non lucrativo che opera nel territorio di Torino?

Per presentare la tua candidatura alla fase 1 è necessario inviare:

  • manifestazione di interesse compilata
  • atto costitutivo e statuto dell’ente
  • ultimo bilancio consuntivo approvato
  • nel caso delle cooperative sociali, copia dell’ultimo verbale di revisione

all’indirizzo info@torinosocialimpact.it entro le ore 12 del 28 luglio 2021.

Per maggiori informazioni sui requisiti di ammissibilità e modalità di partecipazione consulta il bando.

TorinoProxima: 6 eventi per approfondire le sfide urbane

Sono in programma 6 appuntamenti per approfondire le sfide di TorinoProxima | Dall’immaginazione civica all’impresa sociale, l’iniziativa rivolta ad aspiranti innovatori e imprenditori sociali (in particolare giovani under 35) di e per Torino, realizzata dalla Fondazione Compagnia di San Paolo con SocialFare.

TorinoProxima è un’opportunità unica per apprendere e accelerare conoscenze e competenze pratiche di Innovazione Sociale. Un percorso di accompagnamento rivolto a progettualità a impatto sociale, preliminare all’avvio di iniziative imprenditoriali, che possano generare il futuro dell’impresa a impatto sociale per Torino attraverso la declinazione unica e rilevante della prossimità.

Per approfondire le sfide urbane della call, sono in programma una serie di eventi:

  • Martedì 8 giugno | 14.00 – 15.30 – SFIDA: Cultura

Host dell’evento: Fondazione Fitzcarraldo e Arci Torino

  • Venerdì 11 giugno | 14.00 – 15.30 – SFIDA: Lavoro

Host dell’evento: Torino Social Impact

  • Martedì 15 giugno | 15.00 – 16.30 (orario tbc) – SFIDA: Abitare

Host dell’evento: Labsus e Rete Case del Quartiere

  • Venerdì 18 giugno | 15.00 – 16.30 – SFIDA: Riuso

Host dell’evento: Tavolo del Riuso

  • Lunedì 21 giugno | 14.00 – 15.30 – SFIDA: Natura

Host dell’evento: Legambiente Piemonte e Or.Me

  • Mercoledì 23 giugno | 17.00 – 18.30 – SFIDA: Benessere

Host dell’evento: CCW

> Scarica la locandina

Per iscriversi agli eventi e avere tutti gli aggiornamenti visita torinoproxima.it.

Bando Next Generation You – Sostenibilità, Innovazione, Sviluppo organizzativo

La Fondazione Compagnia di San Paolo promuove un bando per il rafforzamento e consolidamento organizzativo degli enti attivi in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, stanziando un budget di 2 milioni di euro incrementabili sino a 6.

Il bando è rivolto agli enti costituiti prima del 31 dicembre 2019, con almeno una sede operativa in Piemonte, Liguria o Valle d’Aosta e con un totale di entrate, nel 2019, di almeno 150 mila euro; non sono ammessi gli enti nei quali la Fondazione riveste il ruolo di socio, le Fondazioni di comunità, per le quali la Fondazione ha previsto azioni specifiche, e gli enti pubblici territoriali, fatta eccezione per gli enti di gestione delle aree naturali protette.

Gli obiettivi specifici del bando sono:

  • massimizzare l’efficienza, l’efficacia e l’impatto degli enti, aiutandoli a crescere da un punto di vista organizzativo e gestionale e stimolando l’adozione di un approccio consapevole orientato allo sviluppo sostenibile;
  • promuovere l’individuazione di modelli innovativi nei processi di trasformazione degli enti e nelle azioni che ne conseguiranno;
  • favorire l’avvicinamento tra enti e professionisti dello sviluppo organizzativo;
  • preparare gli enti a nuove opportunità di sviluppo, posizionamento e fundraising.

Il Terzo settore è un motore di solidarietà, sviluppo e resilienza in Italia. La sua identità di qualità di ‘terzo pilastro’ della società ha una valenza fondativa che può e deve essere rilanciata, in un momento critico come quello che si sta attraversando”, ha dichiarato il Presidente Profumo alla conferenza di lancio. “Esistono tuttavia debolezze, di cui operatori e studiosi sono ben consapevoli, riferite agli asset intangibili, quali aspetti organizzativi e manageriali. La Fondazione Compagnia di San Paolo ha ritenuto quindi di intervenire, nell’ambito del Terzo settore, con lo scopo di rafforzare le competenze manageriali e tecnologiche delle organizzazioni, lanciando il Bando Next Generation You”.

Approfondimenti di analisi effettuati sui comparti oggetto dell’azione dei tre Obiettivi Cultura, Persone e Pianeta della Fondazione hanno messo in risalto una non rara fragilità – o ambiti di possibile miglioramento – comune agli enti beneficiari dei contributi della Fondazione, riguardo alla struttura e al modello di attività delle organizzazioni.

Efficienza, intesa come massimizzazione dei risultati a risorse date, e sostenibilità nel tempo ci hanno portati a osservare il funzionamento dei nostri enti beneficiari e non solo la loro missione: in altre parole, siamo convinti che, mirando a incrementare l’impatto nella qualità e nel tempo, ‘i prodotti’ e ‘i processi’ debbano essere posti su un piano di parità”, ha continuato il Presidente Profumo.

In coerenza con questo approccio, stiamo attivando una pluralità di strumenti, taluni dei quali già testati, altri inediti e in linea con le migliori esperienze della filantropia più avanzata – ha spiegato il Segretario Generale Anfossi -. Abbiamo recentemente presentato la nostra ‘cassetta degli attrezzi’, strumenti utili a rafforzare il funzionamento degli enti beneficiari. In questo caso, oltre all’effetto leva che rappresenta un intento comune ai tre Obiettivi della Fondazione, abbiamo attivato gli strumenti che riguardano lo sviluppo organizzativo, l’efficientamento finanziario e gestionale, l’attivazione di competenze in forma personalizzata e il bando a due fasi”.

È con queste premesse che lanciamo il bando Next Generation You – ha detto ancora Anfossi -, la cui finalità è di intervenire sul rafforzamento organizzativo degli enti, stimolando processi di crescita finalizzati a renderli delle vere e proprie leve di sviluppo per il territorio nel quale operano e portarvi benefici diffusi e duraturi. Abbiamo predisposto un budget di 2 milioni di euro, che potrà essere incrementato fino a 6 milioni di euro a fronte delle numerosità e della qualità dei progetti che riceveremo soprattutto nella seconda fase del bando, quella dedicata alla realizzazione dei piani di rafforzamento o di sviluppo”.

Il bando è articolato in due fasi: nella prima, che terminerà il 29 giugno, gli Enti candidati dovranno presentare una proposta di analisi organizzativa dei propri punti di forza, debolezza e potenzialità e un’idea del proprio piano di sviluppo. Il tutto con il supporto di esperti degli ambiti sopraindicati, già selezionati dalla Fondazione sulla base di criteri di comprovata capacità.

Per gli enti selezionati nella prima fase è prevista l’attribuzione di un contributo fino ad un massimo di € 15.000 destinato all’analisi organizzativa e alla progettazione del piano di sviluppo.

Gli enti ammessi alla seconda fase del bando dovranno presentare gli esiti dell’analisi organizzativa svolta e del piano di sviluppo elaborato in collaborazione con il fornitore, al fine di concorrere all’assegnazione di un contributo destinato all’esecuzione del piano stesso.

Per la seconda fase gli enti selezionati riceveranno un contributo fino a un massimo di € 50.000 destinato all’esecuzione del piano di sviluppo.

Per informazioni e chiarimenti scrivere a: nextgenerationyou@compagniadisanpaolo.it

Nella sezione Contributi del sito della Compagnia è possibile scaricare il bando completo. 

Sono in programma tre webinar, che saranno occasione per presentare il bando in maniera approfondita, con riferimento all’Obiettivo Persone, all’Obiettivo Cultura e all’Obiettivo Pianeta della Fondazione.

  • Mercoledì 19 maggio 2021, ore 15:00 – Obiettivo Persone
  • Giovedì 20 maggio 2021, ore 15:00 – Obiettivo Cultura
  • Venerdì 21 maggio 2021, ore 15:00 – Obiettivo Pianeta

Clicca qui per registrarti all’evento.

Per chi non potesse partecipare, i webinar saranno comunque disponibili (post evento) sulla pagina del bando, nella sezione Contributi.

Terra Madre – “Sistemi locali del cibo: un’opportunità di incontro e contrasto di vecchie e nuove povertà”

La Fondazione Compagnia di San Paolo, in collaborazione con Slow Food, organizza un secondo evento di riflessione e dibattito sul tema dei sistemi territoriali del cibo per il contrasto alla povertà alimentare, intitolato “Sistemi locali del cibo: un’opportunità di incontro e contrasto di vecchie e nuove povertà”.

Torino, Milano e Genova racconteranno come i sistemi territoriali del cibo che, anche a causa della pandemia si sono andati strutturando e rafforzando, possano rappresentare un’opportunità di ascolto di altre dimensioni di bisogno, una chiave di accesso per intercettare fragilità sociali, nuove e vecchie, e orientare le persone ai servizi e alle diverse forme di sostegno presenti a livello territoriale.

Partendo dalle esperienze delle tre Città, anche alla luce di quanto appreso nel contesto pandemico, l’evento sarà un’occasione di confronto sulle rispettive linee programmatiche, per proseguire nel lavoro di ridisegno di azioni di contrasto a povertà crescenti.

L’evento sarà trasmesso mercoledì 28 aprile alle ore 11 in streaming su https://terramadresalonedelgusto.com/evento/sistemi-locali-del-cibo/

Bando “Prospettive urbane – Studi di fattibilità per la rigenerazione urbana”

Nell’ambito della Missione Abitare tra casa e territorio, dell’Obiettivo Persone, la Fondazione Compagnia di San Paolo lancia il Bando “Prospettive urbane. Studi di fattibilità per la rigenerazione urbana”, per offrire il suo supporto agli enti pubblici territoriali per la realizzazione di studi di fattibilità per l’attivazione di programmi di rigenerazione urbana in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Con questo bando la Fondazione intende sostenere gli enti pubblici territoriali nella realizzazione di studi di fattibilità per dar vita a programmi di rigenerazione urbana, finalizzati a valorizzare, curare e riqualificare il tessuto urbano, migliorare la qualità dell’abitare e del vivere quotidiano, favorire lo sviluppo economico, promuovere azioni di prossimità e welfare di comunità.

In linea con il Piano strategico 2021-24, che mira a “moltiplicare l’impatto delle risorse, ottenendo effetti positivi più rilevanti e sostenibili a lungo termine per i territori beneficiari”, questo Bando si propone di migliorare la capacità dei territori di ideare e acquisire le risorse per progettualità complesse. Capacità divenuta ancora più importante in un periodo in cui il vivere urbano è stato messo a dura prova dalla lunga fase di emergenza che ha inciso sui modi di vita dei cittadini. In tale contesto, diventano necessari programmi di ampio respiro per attivare interventi di riqualificazione di immobili, quartieri e porzioni di città.

Per trovare più informazioni sul bando o partecipare, leggere qui.

 

Bando Seed 2019 – 500 mila € a 20 imprese sociali ad alto potenziale

Si è conclusa la seconda selezione dell’edizione 2019 del bando Seed Social Enterprises, Efficiency&Development della Fondazione Compagnia di San Paolo.

L’obiettivo del bando è aiutare le imprese sociali piemontesi con maggiore potenziale a progettare e implementare un processo di sviluppo e trasformazione, efficientamento e innovazione. La prima selezione del bando ha permesso a cinquanta imprese sociali di progettare il proprio piano di sviluppo, per poi passare all’esame di una Commissione composta da referee con diversi profili di competenza, al fine di riflettere la natura multidisciplinare delle proposte che il bando intende sollecitare.
Ora la fondazione filantropica torinese sosterrà le venti imprese sociali che hanno superato la seconda selezione, con un investimento complessivo di 500.000 €. L’elenco delle imprese selezionate è consultabile qui.

In uno scenario caratterizzato da disuguaglianze crescenti, l’impresa sociale e il terzo settore giocano in Italia e a livello internazionale un ruolo decisivo nella produzione di beni e servizi che generano forme di inclusione, valore e ricchezza e rispondono a problemi sociali complessi. Seed_Social Enterprises, Efficiency & Development è un’azione di capacity buildingdi formazione al management e di accelerazione rivolta alle imprese sociali operanti in Piemonte, per aiutare quelle con potenzialità a progettare e implementare un processo di sviluppo e trasformazioneefficientamento e innovazione e contestualmente favorire, in una fase così delicata, una progettazione orientata alla resistenza, alla resilienza e alla ripartenza.

L’obiettivo dell’edizione 2019 del bando Seed è sostenere l’impresa sociale affinché progetti e implementi il proprio piano di sviluppo, con lo scopo di tendere verso una vera sostenibilità a condizioni di mercato, anche diventando attraente per capitali privati. L’impresa è accompagnata verso competenze di alto livello solitamente poco accessibili per il terzo settore, quali quelle verso la digital transformation.

La Fondazione Compagnia di San Paolo attrae, coordina e indirizza queste professionalità, potenziando l’intero ecosistema dell’innovazione per il bene comune.

 

 

Cultura e Salute: verso un welfare culturale

Una ricerca per far emergere la ricchezza di esperienze e competenze in campo.

Fai sentire la tua voce: partecipa alla survey.

Lunedì 13 luglio 2020  

Parte oggi il progetto di ricerca voluto e sostenuto dalla Fondazione Compagnia di San Paolo e sviluppato da Fondazione Medicina a Misura di Donna, in collaborazione con CCW – Cultural Welfare Center e DORs – Centro di documentazione per la promozione della Salute. L’obiettivo è far emergere e mappare le esperienze di cooperazione tra la Cultura, la Sanità, il Sociale e l’Educazione, attraverso la survey digitale ospitata dalla piattaforma italianonprofit.it. La survey è attiva dal 13 luglio al 10 settembre 2020, clicca qui per compilarla.

La ricerca nasce nell’ambito del programma strategico pluriennale della Fondazione Compagnia di San Paolo per sviluppare la relazione virtuosa tra Cultura e Salute in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.
Si tratta di territori all’avanguardia in Italia per una molteplicità di esperienze pionieristiche di grande interesse, tuttavia poco note e riconosciute, che incontrano difficoltà nell’avere continuità, sostenibilità e reale impatto di sistema. L’intento della ricerca è proprio quello di far emergere e mappare esperienze, competenze e sensibilità del territorio, riguardo alla cooperazione tra gli ambiti culturali, sanitari, sociali ed educativi, volta a incrementare il benessere delle persone e delle comunità.

Perché partecipare alla survey?
I principali vantaggi:

  • essere inclusi nel primo quadro di riferimentodei progetti attivi nell’area Cultura e Salute in corso sui territori di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta;
  • segnalare la propria esistenza come soggetti individuali e/o organizzativi disponibili a far parte una comunità multidisciplinare, un ecosistema che vede collaborare operatori del mondo culturale, sanitario, educativo e socio-assistenziale;
  • indicare quanto necessario a rafforzare i percorsi, identificando i fattori abilitanti per far fare a progetti pionieristici un salto di scala;
  • prepararsi per la prossima programmazione europea, particolarmente incentrata sui cross over, cioè sulle interazioni sistematiche e sistemiche tra Cultura e Salute.

A chi è rivolta la survey?
Le aree di indagine:

  • Cultura e prevenzione
    Progettualità che favoriscono la partecipazione attiva dei cittadini, con o senza patologie, alle attività culturali finalizzate al benessere e alla prevenzione offerte dal territorio.
  • Cultura, relazione di cura e medical humanities
    Progetti culturali di intervento e di formazione che influiscono e migliorano la qualità della relazione di cura e il benessere biopsicosociale di pazienti, professionisti della cura e carer.
  • Cultura per l’umanizzazione dei luoghi della cura
    Progettualità culturali (arti visive, architettura, design, musica, arti performative, linguaggi digitali etc.) che operano per trasformare in modo temporaneo o permanente i luoghi fisici di cura nella direzione di una maggiore umanizzazione e di un impatto indiretto sul clima organizzativo e sulla cura.
  • Benessere e cura nei luoghi della Cultura
    Progettualità di benessere e cura realizzate nei luoghi stessi e integrate nella programmazione delle organizzazioni culturali (musei, teatri, biblioteche, nuovi centri culturali etc.)

È l’inizio, in Italia, della creazione di un laboratorio di sperimentazione, ricerca e formazione tra operatori e organizzazioni culturali, sanitarie, socio-assistenziali ed educative. I dati inseriti nella ricerca riferiti alla dimensione progettuale, ai soggetti individuali organizzativi coinvolti saranno tutelati e utilizzati ai soli fini della ricerca.
Partecipa subito alla survey!

Per maggiori informazioni: contatti@culturalwelfare.center e culturaesalute@italianonprofit.it

Pandàn partecipa a L’Italia che fa

Dal 22 al 26 giugno a L’Italia Che Fa, nuovo programma in onda su Rai 2, parteciperà il progetto Pandàn della cooperativa Esserci, sostenuta dalla Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del Bando Seed 2018 dell’Obiettivo Pianeta.

La trasmissione va in onda dal lunedì al venerdì alle 16.20 con l’obiettivo di raccontare le storie di comunità impegnate concretamente per il proprio territorio.
Pandàn è un locale a conduzione sociale in San Salvario a Torino, quartiere multietnico e meta della movida serale. Metà bar e metà emporio di prodotti sociali, promuove un approccio al consumo consapevole e sostenibile in termini economici, ambientali, sociali e culturali.
Il locale, gestito dalla cooperativa dal 2017, mira alla crescita del territorio e al rafforzamento del senso di comunità e cooperazione attraverso l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità, la promozione della cultura del lavoro artigianale, la commercializzazione di prodotti rispettosi dell’ambiente, la valorizzazione del lavoro sociale e cooperativo.

Tra i vari progetti della cooperativa, c’è anche la creazione di un Alzheimer Café, finalizzato alla cura dei malati e dei loro caregiver in un contesto di normalità accogliente e amichevole.

Tutte le puntate de L’Italia Che Fa saranno disponibili su RaiPlay nei giorni successivi la trasmissione.

Scopri di più.

Segui gli aggiornamenti.