In oltre 190 anni di storia, pur conseguendo efficacemente la propria missione di destinare le risorse generate dall’attività allo sviluppo e al miglioramento dei servizi per i propri Soci/Assicurati, Reale Mutua si è sempre distinta per il suo approccio corretto e leale nella competizione sul mercato e nei rapporti con il contesto sociale in cui opera, al fine di garantire sviluppo e benessere a tutti i suoi portatori di interesse.

Il concetto di “Sostenibilità” è, quindi, per Reale Mutua, strettamente connesso con il suo modo di “fare impresa”, ossia vuol dire comprendere il fondamentale aspetto economico e commerciale con la conduzione di relazioni improntate all’integrità, all’equità, alla coesione e alla trasparenza verso i suoi stakeholder.

Per questo motivo, Reale Mutua, fedele ai propri principi mutualistici, ha da sempre agito con grande attenzione sia nei confronti del territorio in cui opera, sia nel rispetto delle esigenze dei diversi portatori di interesse e si impegna a concorrere al raggiungimento degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (SDGs) definiti nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Questi obiettivi sono stati individuati nell’ambito delle attività con un impatto sociale  significativo, in particolare:

      

 

 

 

L’impatto sociale di Reale Mutua si concretizza anche grazie alla Fondazione corporate di Reale Group, Reale Foundation, le cui attività progettuali sono principalmente rivolte alla gestione e prevenzione delle​ ​malattie croniche, all’integrazione socio-economica dei giovani appartenenti a categorie sociali deboli, e alla resilienza ai rischi generati da catastrofi naturali delle comunità nelle quali il Gruppo è presente ed opera. Auspichiamo che Reale Foundation possa diventare già da oggi Reale Foundation 2.0, puntando all’impatto sociale e non solo più alla filantropia, promuovendo l’inclusione e lo sviluppo socio-economico dei giovani  attraverso due leve principali – sostenendo iniziative che mirano a promuovere l’inclusione finanziaria e a favorire l’occupabilità di giovani svantaggiati o con disabilità come identificati dal Regolamento.