Città di Torino

Associazione Rete delle Case del Quartiere APS

Negli ultimi dieci anni a Torino sono stati aperti spazi comuni, laboratori sociali e culturali in cui s’incrociano attività e persone. Luoghi nei quali si esprimono pensieri e vissuti collettivi e si avviano esperienze di partecipazione, coinvolgimento e auto-organizzazione. Sono le Case del Quartiere, otto strutture sparse per la città: i Bagni Pubblici di via Agliè (Barriera di Milano), il Barrito (Nizza-Millefonti), la Casa nel Parco (Mirafiori Sud), Cascina Roccafranca (Mirafiori Nord), +Spazio4 (San Donato), la Casa di Quartiere Vallette, la Casa del Quartiere di San Salvario e l’Hub Cecchi Point (Aurora).

L’aspetto peculiare delle Case del Quartiere è che non c’è un unico soggetto che programma, sceglie e organizza le attività. Le Case sono piuttosto gestite da équipe di lavoro che raccolgono e stimolano proposte provenienti dalle realtà sociali esterne (associazioni, imprese sociali, comitati, gruppi, singoli cittadini) per poi combinarle e farle intrecciare all’interno degli spazi della Casa e sul territorio. Per questo ogni Casa mantiene le proprie peculiarità, che cambiano in base alle persone che la vivono, alle attività che qui prendono vita e agli spazi che le compongono. Alcune strutture sono state esplicitamente ri-progettate come Case del Quartiere, altre sono state invitate a diventarlo, ripensando la propria organizzazione e le proprie attività. Il legame con il territorio è ciò che le distingue da altri spazi della città: sono luoghi aperti a tutti indipendentemente dal genere, dalla nazionalità, dall’estrazione sociale o dall’appartenenza religiosa. Tutti gli abitanti del quartiere possono prendere parte alle iniziative della Casa: anziani, bambini, giovani, migranti, famiglie, associazioni, gruppi informali o altre organizzazioni. I cittadini possono partecipare come semplici ospiti, spettatori, oppure come soggetti che si attivano, mettendo in gioco le proprie competenze e i propri interessi, condividendole con altri, per organizzare iniziative culturali, costruire reti di prossimità e trovare soluzioni a bisogni e problemi comuni.

– – –

 MAPPA ECOSISTEMA: visualizza le relazioni con gli altri attori, con i servizi e i progetti sulla mappa interattiva