Il Patronato ACLI in Piemonte è presente con la sede regionale, 8 sedi provinciali e 35 sedi zonali. Alle strutture provinciali e zonali si affianca l’attività svolta da volontari in 140 segretariati sociali realizzati presso le strutture associative delle ACLI, presso i Centri Anziani, Parrocchie, Associazioni e Circoscrizioni di Quartiere.

I nostri operatori forniscono assistenza e consulenza in materia previdenziale, assistenziale, infortuni e malattie professionali, invalidità civile e handicap.  Viene svolta anche l’assistenza per verifica delle buste paga, del TFR, per avviare una vertenza di lavoro e per tutte le informazioni inerenti i diritti ed i doveri dei lavoratori.  Gli operatori sono inoltre affiancati da consulenti medico-legali e da avvocati per il contenzioso giudiziario.

Tramite i canali telematici con l’INPS ci occupiamo delle presentazioni delle pratiche pensionistiche: dalla domanda di pensione di vecchiaia o di anzianità, a quelle di reversibilità, assegni sociali e di ricalcolo delle pensioni già in pagamento.

Rilevante da anni è l’attività svolta a favore dei cittadini immigrati (ricongiungimenti familiari, rinnovi dei permessi di soggiorno, richieste di cittadinanza italiana), dei disoccupati per la presentazione delle domande di sostentamento al reddito.

Un altro settore di tutela è quello svolto nei confronti dell’INAIL per la denuncia degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali e nel campo dell’invalidità civile (assegno di invalidità civile, indennità di accompagnamento, ecc…) e dell’handicap (riconoscimento dei benefici previsti dalla legge 104).

La maggior parte delle nostre prestazioni sono gratuite perché finanziate dal Ministero del Lavoro mentre per quelle a pagamento l’importo è limitato al costo effettivo del servizio reso senza scopo di lucro.